Bio

Flavia  PinelloFashion Designer e Couturier siciliana, fu’ la nonna Teresa Correnti, sarta rifinita che lavorò per le Sorelle Fontana, ad insegnarle l’amore, la passione e le tecniche  dell’Haute Couture. Flavia Pinello

Una passione mai sopita che l’ha portata a frequentare un corso di taglio e confezione per poi intraprendere un apprendistato presso uno dei migliori Atelier palermitani di abiti da sposa e cerimonia dove le sono state insegnate nuove tecniche dell’alta sartoria siciliana e del disegno di moda, e nonostante la giovane età divenne anche la ricamatrice dell’Atelier, infine il diploma in Fashion Design, step necessario per fondere al meglio le tecniche degli anni d’oro della moda italiana con quelle moderne. Ma la sua formazione non si ferma mai, infatti si specializza anche in Digital Fashion Making.

Modart di Flavia Pinello”, è il nome dell’Atelier che ha fondato a Palermo, un tempio della moda isolana dove tradizione ed innovazione si fondono nell’Alta Sartoria. Con non poche difficoltà territoriali e culturali è riuscita portare avanti la sua idea di moda e di alta sartoria fino a scardinare la diffidenza riguardo gli abiti sartoriali, ed è riuscita così ad entrare nel cuore del pubblico siciliano, italiano ed internazionale.

Partendo al suo Atelier è riuscita  a farsi  conoscere nel panorama internazionale della Moda Sposa con il brand che porta il suo nome: “Flavia Pinello”, come una delle più talentuose Designer e Couturier del panorama italiano grazie al suo stile innovativo e l’altissima qualità della sua manifattura.

Flavia PinelloIl suo talento ha catturato l’attenzione dei grandi nomi della moda, ma, orgogliosa delle sue origini siciliane e pur di mantenere la sua indipendenza, il suo brand ed il suo Atelier a Palermo, ha declinato proposte di lavoro importanti da multinazionali della moda che la volevano inserire nel loro staff a Milano, Londra o New York.

Il suo stile, perfettamente riconoscibile, è stato definito dalla critica di settore come un rinnovamento del minimal chic”.

Così ha avuto la possibilità di essere pubblicata nei più importanti Magazine e Riviste di settore come ELLE Sposa, Zankyou, UFashOn, LeiSì, Sposi Magazine, LABOR e BRIDE Magazine Russia.

Una collezione dall’eleganza minimal chic realizzata con una maestria artigianale tale, da rendere la donna sull’altare, come un’opera d’arte da ammirare in movimento” (Sposi Magazine).

Proprio come una sposa innamorata che come un diamante scintillante, illuminato dalla preziosa luce dell’abito giusto, rivela mille sfaccettature di bellezza”  (UFashOn)

La mente creativa della Couturier non si ferma solo alla Sposa, ma nel suo curriculum si annoverano importanti collaborazioni per i costumi con il mondo del cinema, con il mondo della musica e consulenze stilistiche, prototipia e produzione conto terzi per importanti brand internazionali di pret-à-couture.

Durante il difficile periodo del Lock-down a causa del Covid-19, per cercare di essere d’aiuto ha iniziato a produrre mascherine chirurgiche, classificate come DM, mettendo in rete oltre 15 laboratori sartoriali ed è riuscita, in qualità di Rappresentante Legale, a far riconoscere il Primo Distretto Produttivo della Moda della Regione Sicilia.

Traguardi e Awards

Nel 2016 ha esordito a livello internazionale presentando la sua Collezione Sposa alla Dubai Fashion Week e alla New York International Bridal Week diventando uno delle più quotate Couturier mondiali.

Nel 2017 è stata la più giovane vincitrice del Premio Nazionale “Giuseppe Guarino” al ValFlavia Pinello Premio Guarinoore e Merito Artigiano, che normalmente viene insignito ad imprenditori artigiani con almeno 25 anni di attività.

Nel 2018 viene insignita del titolo di Eccellenza dall’amministrazione comunale di Casteldaccia dove risiede, insieme al calciatore dell’U.S. Città di Palermo Luca Fiordilino ed il campione di nuoto paraolimpico Giuseppe Guzzo.

A Novembre 2018 vince il Premio Italia Giovane, come Eccellenza e Talento Under 35, nella categoria Made in Italy. La cerimonia di premiazione si è svolta alla LUISS Business School in Roma, alla presenza delle più alte cariche del Governo Italiano con il Patrocinio del Senato della Repubblica, La Camera dei Deputati ed il CONI. Nel 2019 resta vincitrice in pectore.

Il Presidente dell’Osservatorio Poetico Contemporaneo, candidato al Premio Nobel Acc. Cav. Prof. Alessio Arena, ha insignito nel 2019 Flavia Pinello del Premio di Eccellenza del Made in Italy in quanto espressione fisica della poesia nel mondo dell’Alta Moda.

Confindustria Sicilia ad inizio 2020 le ha assegnato il Premio Open – Break the Chain per l’innovazione apportata alla sartoria con l’utilizzo della stampa 3D ed è entrata nell’organizzazione Capitale Umano Italia, che raggruppa e mette in rete i migliori talenti italiani Under 35.

In attesa di essere ufficialmente investita come Dama, titolo femminile pari a Cavaliere,  dall’Accademia de’ Nobili di Firenze, una delle istituzione più antiche di Italia che l’ha accolta tra i suoi membri con il titolo di Accademica